Basket. La presentazione della Sinteco Ferrara, avversaria dei Crabs

Rimini Sport

20 ottobre 2001, 14:54

in foto: Con 4 sconfitte in altrettante gare di campionato sul groppone e una formazione sempre più in emergenza, i Crabs si apprestano ad affrontare il primo derby stagionale. Per la quinta giornata i Granchi saranno infatti di scena a Ferrara, squadra reduce dalla sconfitta di Pavia nel turno infrasettimanale. La Sinteco di Antonio Trullo, 4 punti in classifica, presenta in cabina di regia un ex Rimini di vecchio corso:

Paolo Calbini, in Riviera per due stagioni dal ’92 al ’94. Il play tascabile di Ferrara, è alto 184 centimetri, ha trascorsi anche a Pesaro (4 stagioni), Trieste, Fabriano (2 annate) e Roma. In queste prime giornate ha giocato in media 30,5 minuti imbucando 7 punti a gara (17 sul campo della Bignami il suo high score stagionale).
L’alternativa principale è Daniele Biganzoli, classe ’81, 8,2 punti in 21,5 minuti sul campo quest’anno, con il 60% da due e il 50% dall’arco. Nel roster c’è anche il 21enne Mirko Tarroni, alto 188 centimetri. La guardia titolare è l’americano Monty Mack, classe ’77, che viaggia a 21,2 punti a gara con il 62,5% dalla media ed il 33,3% dalla distanza.
Per lui anche 4,5 rimbalzi. Il suo tallone d’Achille le 3,2 perse. Poco spazio nelle rotazioni degli esterni per Gianluca Ghedini, che finora ha giocato appena 3 minuti. L’ala titolare è Terence Black, alto 1 metro e 96. L’americano sta imbucando 12,2 punti a partita con il 64,5% da due ed il 50% nelle triple.
Pochi minuti in campo per l’alternativa Massimiliano Spigaglia, 23enne di 2 metri. Da quattro agisce il 2 e 2 Paolo Monzecchi: 10,5 punti a partita con percentuali da favola: 75% da due e 70% dall’arco. La percentuale peggiore incredibilmente dalla lunetta, dove si esprime con il 60%. Nello stesso ruolo l’americano Frantz Pierre-Louis, classe ’76: 7,8 punti e 3,5 rimbalzi il suo tributo alla causa estense.
Il pivot titolare è il quarto statunitense della Sinteco, Venson Hamilton, di 205 centimetri. Per lui 18,2 punti, 9 rimbalzi, 2,5 stoppate rifilate ai rivali e 3,2 recuperi. Se non perdesse 4,8 palle a partita sarebbe quasi perfetto. Rimane spesso seduto in panchina a guardare i compagni il pivot 20enne Dario Bertocci.
Per Rimini la situazione è sempre più problematica: Ciani deve ancora fare a meno dei tre assenti illustri, Lee, Washington e Ruggeri, mentre in settimana hanno avuto guai fisici anche Raschi e Merryweather, che non si sono allenati. Ancora nessuna novità per l’arrivo del nuovo pivot Braggs, con il quale la società di via Dante ha in corso una trattativa.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454