lunedì 17 dicembre 2018
In foto: È stato firmato oggi l’Accordo di programma definitivo per l’insediamento del calzaturificio Sergio Rossi Spa (Gruppo Gucci) nella nuova sede a San Mauro Pascoli. Dopo il placet del consiglio comunale di San Mauro, il via libera della Provincia di Forlì Cesena e la firma dell’Accordo di programma preliminare del maggio scorso, le parti interessate (Sindaco Comune San Mauro, Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Amministratore delegato società Sergio Rossi Spa) hanno firmato il documento definitivo che delinea le tappe e definisce la realizzazione della nuova fabbrica dell’azienda sammaurese di calzature.
di    
lettura: 1 minuto
mer 5 set 2001 14:35 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’accordo si propone di trasferire la Sergio Rossi Spa, attualmente frammentata in tre diverse sedi a San Mauro (produzione in Via Villagrappa, centro stile in Via Veneto e magazzino con prodotto finito in via Indipendenza), in una nuova unica struttura su un’area complessivamente di 56.000 mq, parte della quale adibita all’insediamento produttivo.
Diverse le novità sul fronte della viabilità cittadina, per un “naturale” incremento del traffico sia leggero sia pesante, viste le ingenti dimensioni dell’azienda. Il progetto prevede: l’ampliamento del ponte sul Rio Salto; la realizzazione di un nuovo svincolo; l’allargamento della strada Provinciale 13/bis dal cavalcavia autostradale al ponte proseguendo poi fino all’incrocio di Via Tosi con Via Bellaria; la realizzazione di una pista ciclabile che dal centro urbano si estende fino a Villa Torlonia.
All’atto della firma definitiva dell’Accordo l’azienda sottoscriverà la fideiussione di 1 miliardo a favore della Provincia di Forlì-Cesena per la realizzazione delle opere pubbliche.
Sotto l’aspetto ambientale l’intento è quello di costruire la rete fognaria per il collegamento della zona del nuovo insediamento, attualmente sprovvista, alla condotta già esistente di Via Grandi, per garantire lo scarico del depuratore.
L’azienda sarà anche dotata di un asilo nido, i cui posti in maggioranza saranno destinati alle famiglie che lavorano all’interno dell’azienda, mettendo un certo numero di posti a disposizione del Comune tramite una convenzione. L’inizio dei lavori è previsto per il mese di ottobre di quest’anno.

Altre notizie
Gli auguri, un brindisi, una sorpresa...

RomagnaBanca Credito Cooperativo incontra i pensionati

di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna