martedì 18 dicembre 2018
In foto: Ha scelto Rimini perché l’anno scorso si era trovato bene a Cantù con coach Ciani, prima di infortunarsi al ginocchio destro. Adesso sta bene, si è allenato tutta l’estate ed è pronto ad affrontare il campionato italiano, che considera difficile. Si presenta così Jarrett Stephens, la nuova ala-pivot americana dei Crabs, sbarcato questa mattina a Bologna dopo diverse traversie fisiche e burocratiche che avevano rinviato più volte il suo arrivo in Riviera.
di    
lettura: 1 minuto
lun 3 set 2001 19:17 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il suo soprannome è Fliz, nomignolo attribuitogli quando era piccolo dal fratello, anch’egli ex cestista e al momento attuale allenatore. Non è altissimo per essere un lungo, 198 centimetri, ma grazie alla sua mole: peso forma 117 chili, e ai piedi veloci, porta il 47, riesce a farsi valere anche sotto le plance. “Il mio giocatore preferito? Barkley, ma non ho un mito a cui m’ispiro” dice il 24enne Stephens, che all’High School ha segnato 42 punti in una partita. Al College la sua migliore prestazione parla di 32 punti e 18 rimbalzi, avversario Michigan.

E domani alle 19,30, al Rock Island, sul porto di Rimini, ci sarà la presentazione ufficiale dei Crabs.

www.basketrimini.com

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna