martedì 11 dicembre 2018
In foto: Erano due spacciatori ben organizzati, tanto da lasciare ai loro clienti una sorta di biglietto da visita con il loro numero di cellulare. Ma l’attività di Bruno Di Filippo, 37enne piemontese, e Valerio Giussani, 38enne nato a Cattolica e residente a Urbania, è stata bloccata dai carabinieri e dai vigili del nucleo di polizia ambientale di Rimini.
di    
lettura: 1 minuto
mar 4 set 2001 18:47 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 22
Print Friendly, PDF & Email
Reading Time: 1 minute

I due sono accusati dello spaccio di tre dosi a tre ragazzi, due italiani e un senegalesi, e di detenzione ai fini di spaccio di 2 grammi di eroina. Gli agenti hanno sequestrato il materiale per il confezionamento delle dosi e un milione e 800mila lire ritenuto provento di spaccio. I due hanno patteggiato questa mattina una condanna a 8 mesi e 20 giorni di reclusione e 4 milioni di multa.
Gli arresti rientrano in una più vasta operazione di controllo che ha portato nel riminese alla denuncia nei confronti di un 17enne albanese per ricettazione di un cellulare. I carabinieri hanno identificato in totale 58 persone, controllato 42 automezzi e 3 esercizi pubblici, ritirato una carta di circolazione ed elevato 6 contravvenzioni.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO