lunedì 17 dicembre 2018
In foto: Tutte le strade portano a Rimini. Questo è quanto si percepisce andando in piazza Tripoli dove c’è la fermata dei pullman che arrivano nella capitale europea delle vacanze. Sono tantissime infatti le linee di trasporti che hanno scelto la riviera romagnola quale tappa finale dei viaggi. L’azienda Provinciale di Trasporti di Verona per esempio, organizza ogni fine settimana un pullman che parte da Sirmione alle 6.05 e arriva a Cattolica alle 12.05. Un viaggio di oltre sei ore che prevede 43 fermate.
di    
lettura: 3 minuti
gio 30 ago 2001 17:25 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

Autostradale”, autolinea lombarda, ha invece scelto di far arrivare a Rimini un pullman che parte da Casatenovo, passa per Arcore, Monza, Sesto San Giovanni e Milano per poi fermarsi nelle maggiori località della riviera romagnola. Un viaggio che viene effettuato quotidianamente. Chi vive in Lombardia ha a disposizione anche un’altra linea che organizza pullman per Rimini e Riccione con capolinea a Gabicce Mare.

Si tratta dell’Apam che parte da Brescia per passare a Mantova e fare tappa anche a Lido degli Estensi e Cesenatico. Durata del viaggio da Brescia a Gabicce Mare: sette ore. Considerando che questo bus si ferma 48 volte, facendo tappa in media ogni 5 minuti, il viaggio dura relativamente poco. Una linea quella che parte da Brescia che non tralascia nemmeno i luoghi più sconosciuti: effettua fermate anche a Carbonara Po, Valverde e San Giuliano Mare. Un tour de force, più che un viaggio, ma che costa attorno alle 50.000 lire.

Courmayeur – Rimini: tour de force?

Barzio – Cattolica, è il particolare itinerario organizzato da Società Trasporti pubblici di Como. “Portiamo in riviera dalle 700 alle 800 persone ogni estate – raccontano dal quartier generale della città lariana – Abbiamo partenze ogni sabato e martedì”. Teen ager e famiglie molto numerose sono la tipologia di cliente che sceglie il viaggio in pullman. “I prezzi bassi sono sicuramente un incentivo per chi deve andare in vacanza. – aggiunge l’impiegato comasco – Abbiamo scelto di partire da Barzio, piccolo paese di montagna per offrire un servizio anche in questa zona lontana dalle linee ferroviarie”.

Quasi tutte le autolinee hanno in comune la scelta del capolinea, ossia Gabicce Mare. La spiegazione è presto data. “Si ottiene più facilmente la concessione della tratta e gli incentivi statali, se si percorrono più di due Regioni. – spiegano dalla azienda di trasporti di Como – Ecco perché l’ultima fermata è nelle Marche”.

Anche per chi sceglie il “Pullman delle vacanze”, questo il nome di una linea di bus che parte da Biella e arriva a Cattolica, deve affrontare un viaggio di otto ore con ben 58 fermate. Per tre volte alla settimana fino al 16 settembre oltre cinquanta persone al giorno arrivano sulla costa pagando sulle 70 mila lire, ma affrontando un viaggio interminabile. Veramente lungo è anche il tratto che collega Courmayeur a Rimini. Dieci ore di pullman per i valdostani che scelgono la riviera.”Durante il viaggio l’azienda di trasporti intrattiene i passeggeri con alcuni film. – commentano dalla biglietteria riminese – ma solo i giovani riescono a reggere viaggi così lunghi. L’incentivo è il prezzo; con 70 mila lire solo andata e 100 andata e ritorno vengono in riviera!”.

Tutti a San Marino!

Ma se ci sono dei turisti che affrontano ore ed ore di pullman per arrivare sulla costa romagnola, c’è anche chi essendo in vacanza a Rimini decide di fare delle escursioni “fuori porta”. Sono interminabili le file davanti alla vetrina dell’Agenzia Amarcord di Piazza Tripoli, qui infatti c’è la vendita dei biglietti dei pullman. Nella classifica dei viaggi ed escursioni in bus più venduti c’è sicuramente San Marino. Meta prediletta da tutti, italiani e stranieri. Segue a ruota Venezia.”Pochi vanno a Roma, perché costa molto ed è lungo il viaggio”. L’escursione a Predappio, proposta da Bonelli bus è il fanalino di coda dell’elenco fatto dalla biglietteria di Rimini. “Avrò venduto due biglietti in tutta l’estate!”.Confermano dall’Agenzia.

La scelta della maggior parte dei turisti è indirizzata verso le grandi città d’arte, ma anche i parchi tematici come Mirabilandia e l’Aquafan vanno per la maggiore.

I giovani stranieri scelgono il bus

Parigi, Bruxelles, tutta la Germania, Londra, Budapest, Amsterdam sono solo alcune delle città europee collegate con Rimini via bus. “Il target di persone che utilizza questo mezzo è per lo più formato da giovani. Parlo infatti, di un 80 per cento. – spiega Sandra dell’Agenzia Amarcord di Rimini – ci sono poi le famiglie a basso reddito”. Molti gli arrivi in pullman anche da Praga, Brnò e dalla Polonia. Dalle 18 alle 24 ore di viaggio per la modica cifra di centomilalire. “Più che altro da quella parte d’europa arrivano. – sottolinea Sandra – Gli italiani non affronterebbero mai un viaggio del genere. Preferiscono l’aereo”.

Barbara Bastianelli

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna