mercoledì 20 febbraio 2019
In foto: Rimini non ha niente a che vedere con le pistole al peperoncino di San Lazzaro. Il comune del bolognese, che aveva munito gli agenti della polizia municipale di un modello di pistola al peperoncino diverso da quello approvato dalla Commissione Nazionale di Valutazione delle Armi, ha sospeso l’ordinanza in seguito all’inchiesta aperta dal procuratore Luigi Persico.
di    
lettura: 1 minuto
mer 22 ago 2001 11:06 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Oggi un quotidiano locale ha paragonato di nuovo la situazione di Rimini, dove il Consiglio Comunale ha approvato per la Polizia Municipale l’acquisto di spray al peperoncino, a quella di San Lazzaro. Noi ci siamo occupati della vicenda già due settimane fa rivolgendoci all’amministrazione comunale, e il Comandante della Polizia Municipale Domenico Gallo ha ribadito le differenze che ci sono tra le due realtà: Rimini non ha adottato pistole, ma bombolette che anche privati cittadini possono acquistare e che non provocano danni permanenti a chi ne subisce l’effetto. Prima dell’acquisto delle bombolette, previsto per l’inizio dell’autunno, la Polizia riminese si rivolgerà ancora all’apposita commissione per conoscere le ultime direttive.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna