martedì 18 dicembre 2018
In foto: Saranno 28 giorni difficili per chi deve fare operazioni bancarie alla Carim. I dipendenti dell’istituto riminese ieri hanno infatti iniziato una serie di scioperi che, se non si arriverà a un accordo, con la dirigenza della banca, provocheranno astensioni a ripetizione garantendo il minimo di aperture previsto dalla legge.
di    
lettura: 1 minuto
mar 21 ago 2001 14:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Oggi gli uffici rimarranno chiusi, per poi aprire domani e rimanere inattivi fino a venerdì mattina. Al centro della discordia ci sono le gratifiche dei dipendenti. Ieri i sindacati hanno inviato un telegramma al consiglio di amministrazione ricordando la propria disponibilità a trattare, ma ancora non sono arrivate risposte. Giuseppe Taddia, segretario del sindacato dei bancari Fabi di Rimini, ci spiega le ragioni della protesta.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna