sabato 15 dicembre 2018
In foto: Alberto Ravaioli è intervenuto anche sulla mobilità della provincia di Rimini nell’incontro promosso su questo tema oggi pomeriggio nell’ambito del Meeting di Rimini. “Noi partiamo con un evidente gap da colmare” ammette nel suo intervento Ravaioli.
di    
lettura: 1 minuto
mer 22 ago 2001 18:35 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 12
Print Friendly, PDF & Email

Il primo cittadino riminese poi ricorda la necessità di sistemare il nodo autostradale di Bologna, il Corridoio Adriatico e l’Alta velocità ferroviaria, questioni fondamentali soprattutto per il flusso di turisti diretti in Riviera.
Il sindaco di Rimini bacchetta poi la società Autostrade e l’Anas per avere gravemente sottovalutato la necessità di realizzare terza corsia dell’A14 e di sistemare i punti neri della statale 16, intervenendo solo di recente dopo ripetuti richiami.
Per quanto riguarda Rimini, Ravaioli afferma che la filosofia dell’Amministrazione sarà quella di liberare gradualmente pezzi di città da una presenza costante di auto, per la quale però sarà importante il contributo degli automobilisti, che devono smettere di pensare che con l’auto si deve sempre arrivare a un metro dalla meta, e la realizzazione del TRC.
Ravaioli ha infine ribadito che sarà dedicata grande attenzione alla sicurezza stradale, ricordando i 130 miliardi che saranno spesi nei prossimi 5 anni per la messa in sicurezza della Statale 16, e allo sviluppo dell’Aeroporto, le cui potenzialità, conclude Ravaioli, vanno sfruttate appieno.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
Blog/Commenti Nazionale

Antonio, martire per l'Europa

di Andrea Turchini
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna