martedì 18 dicembre 2018
In foto: Scoperti quattro cinesi clandestini che lavoravano in un laboratorio di confezioni e pelletteria, arrestato il titolare, Shijin Zheng, 32 anni, cittadino cinese residente a San Clemente.
di    
lettura: 1 minuto
ven 10 ago 2001 19:54 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Per lui l’accusa è di avere favorito la permanenza nel territorio nazionale dei quattro clandestini, tre uomini e una donna, con un’età compresa fra i 26 e i 28 anni, che vivevano in una casa da lui affittata adiacente al laboratorio. Il cinese, che dà lavoro a una ventina di connazionali, era già stato denunciato per lo stesso reato l’estate scorsa.
I controlli dei carabinieri sono periodici, anche perché nel solo Comune di San Clemente sono quattro i laboratori gestiti da cinesi. Shijin Zheng oggi pomeriggio è stato interrogato nel carcere di Rimini dal giudice Giovanni Trerè. Al termine dell’interrogatorio è stato rimesso in libertà, con l’obbligo però di presentarsi tre volte la settimana ai carabinieri.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
di Simona Mulazzani
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna