lunedì 17 dicembre 2018
In foto: La presentazione del sito realizzato dall’Arpa, è stata anche l’occasione per smorzare le polemiche con i dati di Legambiente, che indicavano come non balneabili alcuni punti della spiaggia riminese che in base ai rilievi dell’Arpa risultavano avere valori nella norma.
di    
lettura: 1 minuto
ven 10 ago 2001 14:08 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

I tecnici dell’Arpa hanno fornito la loro spiegazione: i valori dell’acqua sono estremamente variabili, e ci possono essere differenza significative anche in pochi minuti. Se si effettua il rilievo poco dopo che una barca abbia scaricato in mare, e poi dieci minuti dopo, e già i valori sarebbero completamente diversi. La legge prevede infatti che in presenza di un dato anomalo, fuori dai parametri di balneabilità, si proceda a prelievi per 5 giorni di fila, e se due dei 5 dati sono superiori ai livelli massimi, la balneazione viene sospesa. Non è stato così in questo caso, ha spiegato Mauro Stambazzi, direttore dell’Arpa, perché già i successivi prelievi erano rientrati nei valori consentiti:

Altre notizie
di Redazione
Gli auguri, un brindisi, una sorpresa...

RomagnaBanca Credito Cooperativo incontra i pensionati

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna