sabato 15 dicembre 2018
In foto: "Qualsiasi soluzione dovrà essere concertata con la famiglia rom". E' questa la condizione che l'assessore ai Servizi Sociali del Comune di Rimini, Stefano Vitali, aveva posto al sindaco di Rimini, Alberto Ravaioli, e al vicesindaco, Maurizio Melucci, per ritirare le dimissioni, presentate qualche giorno fa in seguito alla piega assunta dal caso nomadi di Corpolò.
di    
lettura: 1 minuto
lun 13 ago 2001 19:44 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 7
Print Friendly, PDF & Email

Nella tarda mattinata i tre amministratori comunali si sono incontrati: il primo cittadino ha confermato piena fiducia in Vitali, che quindi continuerà a svolgere le sue funzioni all’interno della Giunta Comunale.
Una delle soluzioni prospettate dai cittadini di Corpolò è quella di assegnare alla famiglia di nomadi una casa popolare. Abbiamo chiesto a Vitali se, secondo lui, è una soluzione percorribile.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
VIDEO
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna