venerdì 14 dicembre 2018
In foto: Oltre due milioni di incidenti stradali ogni anno in Italia vengono denunciati alle assicurazioni e oltre 200 mila di questi provocano feriti. Purtroppo, come dimostrano le cronache e le statistiche, la nostra regione è tra le più interessate dal problema della sicurezza stradale. E non sempre chi rimane coinvolto in un incidente sa come comportarsi.
di    
lettura: 1 minuto
sab 11 ago 2001 07:55 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 27
Print Friendly, PDF & Email

L’Asaps (Associazione sostenitori amici
polizia stradale) e Sicurstrada (Centro europeo della
prevenzione e della sicurezza per la strada) hanno elaborato una
serie di consigli utili per evitare conseguenze piu’ gravi in caso di incidente.
In caso di incidente stradale vanno evitati slanci di
generosita’ -ricordano Asaps e Sicurstrada – che possano mettere
in pericolo la vita del soccorritore e delle persone da lui
trasportate; non bisogna mai scavalcare di notte un guardrail su
un cavalcavia in autostrada perche’ fra le due carreggiate ci
puo’ essere il vuoto. Se si e’ testimoni di un incidente con
feriti, avvisare subito il 118 e le forze di polizia (113 o
112), evitare di muovere il ferito, ma aiutarlo a respirare
togliendo con cura gli indumenti piu’ pesanti. Se si tratta di
un motociclista, evitare assolutamente di sfilare il casco.
Occorre inoltre segnalare efficacemente la presenza dell’
incidente esponendo il triangolo d’emergenza, e disporre anche
di una torcia a luce intermittente da usare per segnalazioni di
notte o in caso di maltempo e di fasce o giubbetti rifrangenti.
Asaps e Sicurstrada invitano anche a conservare ”le tracce
relative al sinistro evitando che vengano disperse, a prendere
nota di eventuali testimoni e di un loro recapito telefonico, ad
adoperasi affinche’, in attesa dell’ arrivo di una pattuglia di
polizia, non si creino condizioni di pericolo per i feriti o per
gli automobilisti che sopraggiungono”.
Se si e’ coinvolti nell’
incidente, in aggiunta ai consigli precedenti, e’ bene
”mettersi a disposizione degli operatori di polizia
intervenuti, evitare di riferire cose che non si ricordano bene
o che potrebbero creare maggior confusione, preparare i
documenti del caso (patente, carta di circolazione, certificato
e contrassegno assicurativo) per snellire le procedure”

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
FOTO
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna