mercoledì 20 marzo 2019
In foto: Negli anni passati, sono andati in fumo quasi 800 ettari di bosco ogni anno, in Emilia-Romagna. Nelle ultime tre estati, si è passati a meno di 300 ettari bruciati all’anno: merito della strategia e del coordinamento di forze della Sala operativa unificata regionale, creata per prevenire e limitare i danni degli incendi.
di    
lettura: 1 minuto
lun 13 ago 2001 19:06 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina, il presidente della regione Errani ha visitato la Sala operativa, ed è stata l’occasione per diffondere i dati dell’attività degli ultimi tre anni.
In Provincia di Rimini, nel ’99, un solo incendio distrusse 46 ettari, di cui 15 di bosco. Nel 2000, andò meglio: ancora un incendio, che distrusse però solo un ettaro di bosco. A Parma, la stagione si concluse con 28 incendi e 107 ettari in fumo. Per quest’anno, ancora nessun incendio da segnalare a Rimini; mentre, ad esempio, in provincia di Bologna se ne rilevano già 9, che hanno distrutto 20 ettari di bosco, per danni che superano i 180 milioni.
La sala operativa può attivare 400 uomini, con la collaborazione di Vigili del Fuoco, del Corpo forestale dello Stato, della Protezione civile, e i volontari che vengono preparati con corsi specifici nel corso dell’anno. Novità in vista da settembre: la sala operativa potrà attivare direttamente le Prefetture, in caso di emergenza, senza più passare da Roma, come accade oggi.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna