domenica 16 dicembre 2018
In foto: Negli anni passati, sono andati in fumo quasi 800 ettari di bosco ogni anno, in Emilia-Romagna. Nelle ultime tre estati, si è passati a meno di 300 ettari bruciati all’anno: merito della strategia e del coordinamento di forze della Sala operativa unificata regionale, creata per prevenire e limitare i danni degli incendi.
di    
lettura: 1 minuto
lun 13 ago 2001 19:06 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina, il presidente della regione Errani ha visitato la Sala operativa, ed è stata l’occasione per diffondere i dati dell’attività degli ultimi tre anni.
In Provincia di Rimini, nel ’99, un solo incendio distrusse 46 ettari, di cui 15 di bosco. Nel 2000, andò meglio: ancora un incendio, che distrusse però solo un ettaro di bosco. A Parma, la stagione si concluse con 28 incendi e 107 ettari in fumo. Per quest’anno, ancora nessun incendio da segnalare a Rimini; mentre, ad esempio, in provincia di Bologna se ne rilevano già 9, che hanno distrutto 20 ettari di bosco, per danni che superano i 180 milioni.
La sala operativa può attivare 400 uomini, con la collaborazione di Vigili del Fuoco, del Corpo forestale dello Stato, della Protezione civile, e i volontari che vengono preparati con corsi specifici nel corso dell’anno. Novità in vista da settembre: la sala operativa potrà attivare direttamente le Prefetture, in caso di emergenza, senza più passare da Roma, come accade oggi.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna