mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: E’ partita ieri da Perugia la nuova campagna di sensibilizzazione promossa da don Oreste Benzi e dall’associazione Papa Giovanni XXIII di Rimini per fermare lo sfruttamento e la tratta delle prostitute.
di    
lettura: 1 minuto
gio 16 ago 2001 14:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il sacerdote riminese, che da anni si batte per fermare quello che definisce “il mercato delle schiave”, dopo una giornata di digiuno e preghiera ha guidato per le vie periferiche di Perugia un corteo fiaccolata a cui hanno partecipato circa 300 persone. Da Perugia don Oreste è tornato a chiedere condanne penali per i clienti e si è indignato per la totale assenza delle autorità al corteo. Don Aldo Banaiuto, collaboratore di don Benzi, ha ricordato che cresce sempre di più la prostituzione di bambine tra i 12 e i 14 anni, provenienti soprattutto dall’Est e dalla Nigeria, comprate in patria a 5 milioni e rivendute in Italia a 20 milioni. Attualmente l’associazione Papa Giovanni accoglie 250 ex prostitute nelle sue case famiglie sparse in 18 paesi del mondo. Prossima tappa della campagna il 27 settembre a Torino.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini
VIDEO
Rimini Rimini Social

Fare la differenza

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna