mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: Quest’estate in Riviera si sono contati meno interventi per danneggiamenti alla segnaletica, al verde pubblico e all’arredo urbano rispetto agli ultimi anni. E’ quanto emerge da una prima ricognizione delle società che hanno avuto in appalto la cura del verde ornamentale e dell’arredo urbano nelle località della costa.
di    
lettura: 1 minuto
ven 24 ago 2001 13:11 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Se qualcuno, soprattutto gestori di pub e locali notturni, si è lamentato perché quest’anno si è alzata l’età media dei turisti che vengono a trascorrere le loro vacanze in Riviera, dove si sono visti molto meno i gruppi di ragazzini e molto più le famiglie con bambini al seguito, qualcun altro è stato molto contento di questa inversione di tendenza. “Fino a qualche anno fa avevamo una squadra di operai che al mattino partiva per andare a sistemare la segnaletica stradale danneggiata. – dice Giancarlo Mancini, responsabile della segnaletica stradale del Comune di Riccione – Oggi invece i sei operai che lavorano per sistemare la segnaletica operano con molta più tranquillità per rimettere a posto qualche segnale girato o imbrattato, che rimane pur sempre poca cosa rispetto a qualche anno fa”. A Riccione quest’anno i vandali in azione sono stati molto meno rispetto agli anni passati; a soffrire maggiormente per gli atti vandalici è stato il verde pubblico e le piantine delle aiuole sul lungomare e in viale Ceccarini. Intervista a Gabriele Semprini, responsabile del verde pubblico della Geat di Riccione, e a Giancarlo Mancini.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna