giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Per l’aeroporto si è conclusa una fase di profondo rinnovamento” ha dichiarato Ferdinando Fabbri, presidente della provincia che detiene il 30% del capitale societario. Per Fabbri anche il disavanzo del 2000 di 2 miliardi e 490 milioni rientra nella logica del rinnovamento, e per il 2001 spera che il bilancio sarà chiuso in pareggio.
di    
lettura: 1 minuto
lun 9 lug 2001 18:20 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Abbiamo lavorato- ha detto Fabbri- per migliorare i rapporti con il Ministero, per risolvere contenziosi passati e per l’integrazione con San Marino. Questa fase ora è conclusa e si può pensare al futuro. I soci si sono impegnati in questo business plan e metteranno le risorse per realizzarlo e per portare entro il 2003 il traffico di passeggeri a 1 milione; ora sono 350 mila. Ci impegneremo- ha concluso Fabbri- perché l’aeroporto internazionale Rimini-San Marino diventi una struttura produttiva per tutta la provincia. Non avrebbe senso aver speso 270 miliardi nella nuova fiera e non avere uno scalo efficiente.

Altre notizie
Un passatello per la ricerca

Quando il passatello diventa solidale

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Le proposte di Bimbiarimini

Le proposte di Bimbiarimini

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna