mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Quello appena passato è stato un sabato rovente per il Pronto Soccorso di Rimini. Ore e ore di fila per i malcapitati pazienti, disagi anche per il personale medico e paramedico, che non si aspettava un afflusso così ingente di persone bisognose di cure. La concomitanza di due eventi: il fine settimana della ripristinata festività del 2 giugno, che ha fatto aumentare i turisti giornalieri, e l’arrivo anticipato in Riviera dei gruppi di turismo sociale, sono all’origine dei disagi, secondo il Primario del Pronto Soccorso dell’Ospedale Infermi di Rimini, Mario Marzaloni.

ascolta l'intervista
(fine)
di    
lettura: 1 minuto
mar 5 giu 2001 15:15 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Quello appena passato è stato un sabato rovente per il Pronto Soccorso di Rimini. Ore e ore di fila per i malcapitati pazienti, disagi anche per il personale medico e paramedico, che non si aspettava un afflusso così ingente di persone bisognose di cure. La concomitanza di due eventi: il fine settimana della ripristinata festività del 2 giugno, che ha fatto aumentare i turisti giornalieri, e l’arrivo anticipato in Riviera dei gruppi di turismo sociale, sono all’origine dei disagi, secondo il Primario del Pronto Soccorso dell’Ospedale Infermi di Rimini, Mario Marzaloni.

ascolta l’intervista
(fine)

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna