mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Assolto perché incapace di intendere e di volere. Il giudice Morena Mussoni ha prosciolto con queste motivazioni il mosconaio di Bellaria Stefano Zannoni che il 5 aprile dello scorso anno colpì a coltellate l’assistente sociale Piera Ghiberti, responsabile del servizio anziani dell’Ausl e che al tempo assisteva la madre di Zannoni. Per l’uomo, riconosciuto pericoloso socialmente dalla perizia psichiatrica, il giudice ha disposto due anni di ricovero all’ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia.
(fine)
di    
lettura: 1 minuto
ven 1 giu 2001 20:58 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Assolto perché incapace di intendere e di volere. Il giudice Morena Mussoni ha prosciolto con queste motivazioni il mosconaio di Bellaria Stefano Zannoni che il 5 aprile dello scorso anno colpì a coltellate l’assistente sociale Piera Ghiberti, responsabile del servizio anziani dell’Ausl e che al tempo assisteva la madre di Zannoni. Per l’uomo, riconosciuto pericoloso socialmente dalla perizia psichiatrica, il giudice ha disposto due anni di ricovero all’ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia.
(fine)

Altre notizie
di Redazione
di Andrea Polazzi
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna