domenica 20 ottobre 2019
menu
Cronaca Rimini

in carcere Figliolia

In foto: Vincenzo Figliolia, il 21enne napoletano accusato di avere ucciso il senegalese Sarr Gaye Samba Diouf, è stato trasferito questa mattina al carcere di Rimini.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 28 giu 2001 14:23 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Per gli amici di Figliolia, tutti napoletani, presenti al momento del delitto è scattato il fermo per concorso in omicidio: si tratta di Antonio Varriale, 22 anni, e Pasquale De Rosa, 20 anni. Un quarto ragazzo, un 22enne, è stato invece denunciato a piede libero in quanto la sua posizione è ancora da chiarire: pare che abbia cercato di fermare la violenza dell’amico. A far risalire a Figliolia è stato un carabiniere che ne ha riconosciuto lo scooter. Quando l’uomo si è sentito braccato, ha telefonato alle forze dell’ordine per costituirsi. Uno dei due amici, di professione ambulante, è stato rintracciato a Cesena; l’altro in spiaggia. I napoletani, prima di aggredire il giovane senegalese, avevano colpito con un pugno in faccia un ventenne riminese che protestava per essere stato investito da un pezzo di pane da loro tirato.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna