sabato 23 febbraio 2019
In foto: Continua a ritmo forsennato in tutta la Provincia la caccia al pilota della Porsche che giovedì notte ha investito e ucciso il motociclista Pauli Jaakko Hirvi, 33enne finlandese d’origine ma residente da molti anni a Rimini, dandosi poi alla fuga su un’altra Porsche con cui stava gareggiando.
di    
lettura: 1 minuto
ven 22 giu 2001 21:08 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La sezione di polizia giudiziaria della Polstrada riminese e gli investigatori della Squadra mobile stanno setacciando tutti i luoghi frequentati dai quattro giovani, tre uomini e una donna di nazionalità bosniaca fra i quali potrebbe esserci l’investitore, dal loro arrivo in Riviera. Poche le indiscrezioni trapelate. Pare comunque che la loro identità sia stata individuata con certezza, oltre a quella del proprietario, anch’egli bosniaco, della Porsche 911 turbo abbandonata dopo l’incidente, al quale si è risaliti dal numero di targa.
Intanto domani, alle 9 alla chiesa di San Girolamo, verranno celebrati i funerali del giovane finlandese, la cui salma sarà poi tumulata nella tomba di famiglia a Saludecio. Tanti i messaggi di solidarietà giunti alla famiglia, anche da parte di associazioni di volontariato. In diverse occasioni il giovane, che era restauratore di mobili, aveva insegnato un lavoro nel laboratorio del negozio di antiquariato di Poggio Berni a portatori di handicap ed ex tossicodipendenti.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna