venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Bell’Appennino: è questo il nome del portale dedicato alle zone rurali dell’Emilia Romagna progettato da due studenti del Master in Gestione e Sviluppo dei Servizi Turistici dell’Università di Rimini. Ma la modenese Claudia Coppola e il comasco Paolo Grauso, premiati oggi con una borsa di studio di 5 milioni dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna, promotrice del progetto, hanno rischiato l’autogol.
di    
lettura: 1 minuto
mer 20 giu 2001 13:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il sito vuole promuovere le zone svantaggiate della nostra regione presso i turisti che non si accontentano dell’offerta della Riviera –hanno detto. Peccato che la presentazione si sia tenuta a Rimini, e che nel demo del sito l’entroterra della nostra provincia non sia stata preso in considerazione, perché Rimini è stata considerata zona puramente costiera. Il portale è ancora in fase progettuale, si sono affrettati a correggere gli autori, e vuole essere un arricchimento, non un’alternativa all’offerta della Riviera. Sentiamo Paolo Grauso, ideatore di Bell’Appennino.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna