mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Rimini diventa un vero polo universitario: con l’insediamento a fine luglio di un nuovo consiglio, l’università riminese non sarà più un satellite di Bologna, ma diventerà “Alma mater studiorum sede di Rimini”.
di    
lettura: 1 minuto
gio 10 mag 2001 15:00 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il cambiamento non avviene solo sulla carta, perché stanno arrivando anche nuove strutture e servizi destinati all’ateneo: oggi è stato tagliato il nastro del centro studenti di via Cattaneo, ed è già pronto il centro al convento dei Teatini. Entro dicembre sarà poi consegnato il complesso Leon Battista Alberti. Si sta lavorando anche agli spazi per i nuovi corsi di Farmacia, Chimica industriale e il master in Congress Management in partenza l’anno prossimo. Il comune e Uniturim hanno già in bilancio i fondi per realizzare e arredare nuove strutture didattiche, che interesseranno edifici come il Navigare Nocesse, il Palace Hotel e Palazzo Lettimi. Abbiamo intervistato l’assessore alla pubblica istruzione e all’università del comune di Rimini Arrigo Albini all’inaugurazione del primo nucleo della cittadella universitaria.

ascolta l’intervista

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna