Rimini FC. Giorgio Grassi: “Faremo tutto e più di tutto per arrivare in fondo”

grassi

in foto: Giorgio Grassi in sala stampa

In sala stampa al termine di Rimini-Lentigione (finita 2-1) anche il patron della società biancorossa, Giorgio Grassi, che svela subito il segreto del ritorno alla vittoria dei ragazzi di Righetti.

“Avevano fame – attacca –, infatti gli ho fatto una bellissima grigliata, a tutto lo staff”. Poi sorride.

“La mia vicinanza era dovuta, perché è nei momenti difficili che mi faccio vedere. Nel momento difficile abbiamo pensato di organizzare questa serata, che è stata molto bella, ha avuto anche momenti un po’ non dico drammatici, che è una parola grossa, ma nei quali c’è stato un confronto su quello che era il nostro momento. Io mi sono quasi commosso alla fine perché quando mi sono trovato da solo con i giocatori, senza lo staff, mi hanno dato una risposta di coesione, di generosità che mi ha lasciato senza parole. Se avevo qualche dubbio sul risultato di questo campionato io dalle 10 più o meno di giovedì sera non ce l’ho più”.

Icaro Sport. Rimini FC, Giorgio Grassi: "Faremo di tutto per vincere il campionato"

“Parlo di valore umano, ma anche di spirito, di quella specie di alchimia che si crea all’interno di un gruppo di più di venti persone – continua Grassi -. La solidarietà non è soltanto andarsi a fare una birra insieme, ma rispetto al progetto, al futuro, alle opportunità che ci possono essere quando si porta a casa un campionato e si ha la possibilità di andare a giocare l’anno prossimo tra i professionisti. Tutti hanno dato la disponibilità a giocare e lavorare per il compagno. Questo è il presupposto per ottenere risultati”.

Sulla vittoria sul Lentigione. “Sulla partita di oggi io non avevo il minimo dubbio che avrebbero fatto questa grandissima prestazione, dopo che avevano toccato il fondo domenica scorsa. Su trenta partite ci stava una partita brutta. Oggi il risultato è assolutamente meritato, ma dirò di più: io credo che se avessimo vinto 4-1 nessuno avrebbe avuto niente da ridire. Io sono tifoso, però ho visto solo una squadra in campo e gli altri provare a buttare su dei palloni. Hanno avuto un paio di occasioni fortunate, in una ci hanno fatto gol e nell’altra ha parato il portiere, ma il portiere è del Rimini”.

Grassi ribadisce poi la solidità del progetto Rimini FC. “Io vorrei per l’ennesima volta raccontare quanto sia granitico il lavoro che stiamo facendo, quanto la società abbia non solo le ambizioni per arrivare in fondo ed entrare tra i professionisti, ma anche i requisiti per arrivarci. Sono stato io che ho detto che oggi iniziava un nuovo campionato con otto partite e in questo campionato noi partivamo a pari punti con tutti gli altri. Sono stato il primo a dire che perdendo due punti a partita tra tre partite saremmo stati sorpassati da chi veniva dopo. Oggi lo abbiamo visto perché è iniziato con la tigna e con l’atteggiamento giusti. Noi siamo fermamente determinati a raggiungere l’obiettivo. Per raggiungerlo mancano ancora sette partite e noi in queste sette partite continueremo a fare non tutto, di più di quello che magari in altri casi si sarebbe fatto”.

Poi la conferma di quanto già affermato al microfono di Icaro TV prima della partita. “Noi da Mezzolara lanceremo questo messaggio e questa proposta: tutti i tifosi che vogliono andare a Mezzolara troveranno i pullman gratuiti. Questo sarà per Mezzolara, per Trestina, per Montevarchi. Se questa città non ci segue, non segue quest’ultimo sforzo che stiamo facendo… perché avete visto noi abbiamo in panchina ma anche in tribuna giocatori che potrebbero giocare titolari in moltissime altre squadre anche di alta classifica, da Ambrosini a Cola a Vesi, pronti a dare il loro contributo in queste ultime sette partite. Noi abbiamo fatto tutto e più di così non possiamo fare”.

Il patron del Rimini suona la carica. “È scontato che ce la faremo. Il 7 maggio continueremo a fare questo lavoro, chiaramente cercheremo di farlo al meglio perché il professionismo in Italia per quello che riguarda la serie C è insostenibile. Ci sono società che falliscono ogni giorno. Noi vogliamo fare un professionismo sostenibile (dedicheremo una conferenza stampa quando dal nostro punto di vista ci saranno le condizioni), perché da soli è difficile, ma pur essendo soli noi faremo tutto e più di tutto di quello che è necessario per arrivare in fondo. Non ci interessa quello che faranno gli avversari, noi ci saremo fino alla fine. E ci saremo perché noi siamo forti, il mondo che abbiamo costituito nell’agosto 2016 è un mondo forte, con persone giuste in tutti i reparti, in tutti i ruoli dell’organigramma. Devo spezzare una lancia a favore dell’amministratore, del direttore sportivo, di questo nuovo allenatore, di Adrian Ricchiuti che ci ha sorpreso per quanto sta dando. Credo che alla fine, quando festeggeremo, una delle persone a cui renderemo più meriti sarà lui. Ci auguriamo che anche i pilastri, le gambe del progetto, dimostrino un po’ più di solidità. Questi due anni non sono stati semplici. Non lasceremo nulla di intentato e tutto ciò che ci verrà in mente sarà per rendere questa fortezza sempre più inespugnabile. Noi vogliamo addirittura festeggiare la promozione anche prima dell’ultima partita perché lo possiamo fare e lo faremo”.

Roberto Bonfantini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454