Dulca Santarcangelo-Pallacanestro Novellara 65-76

BasketSantarcangelo Sport

21 gennaio 2018, 11:08

dulca

in foto: Il saluto iniziale (foto Alfio Sgroi)

DULCA SANTARCANGELO-PALLACANESTRO NOVELLARA 65-76

IL TABELLINO
DULCA SANTARCANGELO: Fornaciari 2, Bianchi 13, Saponi 7, Cunico 16, Fusco 5, Canini, Giuliani 3, Raffaelli 5, Insero, Ramilli 14, Popov, Guziur. All. Bernardi.

PALLACANESTRO NOVELLARA: Bartoccetti 19, Margini 4, Rinaldi 9, Astolfi 20, Ciavolella 7, Folloni 2, Morgotti 6, El Ibrahimi 2, Carpi 7, Dilas. All. Spaggiari.

ARBITRI: Rabone, Scandelleri.

PARZIALI: 23-23, 46-47, 58-63.

CRONACA E COMMENTO
Senza ostacoli un percorso sarebbe quasi monotono. Senza cadute non ci si potrebbe mai rialzare. Senza sconfitte difficilmente si impara a migliorare. È così che voglio partire con l’articolo di oggi. Una partita bella, tirata, con colpi di gran classe da una parte e dall’altra. Una pallacanestro celestiale su entrambi i fronti che vede essere premiata forse la squadra più forte, quella più lunga, quella che fino al 40′ ha avuto le forze di saltare su ogni rimbalzo e conquistarsi sempre più possessi. Onore alle armi quindi di Novellara che sbanca Santarcangelo. Ma complimenti veri a uomini ancora più veri. Quelli dei Dulca che hanno lottato dal primo all’ultimo secondo, che si sono buttati su ogni pallone, che hanno cercato di sopperire alle difficoltà incontrate lungo il match. Chapeau, davvero.

LA PARTITA. Palla a due e ritmi elevatissimi su entrambi i lati del campo sia in attacco sia in difesa. Picio Bianchi ha un motorino al posto delle gambe e trasforma ogni recuperata o rimbalzo in contropiede fulmineo. Dall’altra parte Bartoccetti è clamoroso (7 punti solo nel primo quarto), aiutato da un Ciavolella in grande spolvero anche oltre l’arco. L’equilibrio regna sovrano con Saponi a dominare l’area offensiva e Fusco ad aprisi per sparare. Cunico per i Dulca e Astolfi per Novellara chiudono il primo ed emozionante a dir niente quarto sul 23-23.

Secondo parziale che si invola come il primo. Squadre a trazione anteriore che giocano come schegge impazzite. Raffaelli, Cunico, ma soprattutto Ramilli scaldano a fuoco altissimo la mano. Bartoccetti e Morgotti rispondono soprattutto dalla linea della carità a livello infallibile. Prova un break Santarcangelo portandosi sul +5, ma viene recuperata in un amen dalle bocche da fuoco di Novellara. È una gara di nervi, sia sul campo giocato sia su quello dell’area tecnica dove i due allenatori rispondono colpo su colpo con dettami tattici pronti a stravolgersi minuto dopo minuto. Alla pausa lunga Novellara è avanti di 1 sul 46-47. Un primo tempo pazzesco da parte di tutte e due le squadre, dove Santarcangelo ha speso veramente tanto.

Al rientro dalla pausa lunga le due squadre tornano con percentuali opposte ai primi 20′. Gli errori di lettura si sprecano da entrambe le parti, le difese hanno la meglio sugli attacchi e si fa fatica a trovare soluzioni precise. Bianchi e Cunico provano a produrre in attacco insieme a Ricky Fornaciari. Saponi in difesa è un mastino e si butta su ogni pallone che gli capiti nel raggio di 4 metri volando anche in aiuto fuori dai tre punti. Ma sul 58 pari una decisione arbitrale (rivedibile o meno, ardua sentenza) condanna Giuliani e quindi Santarcangelo a un antisportivo, conseguente tecnico a Bernardi e conseguente canestro di Rinaldi. Morale della favola 5-0 in 10 secondi e 63-58 finale di terzo quarto.

Ultimi dieci minuti appassionanti a stare bassi. Non tanto per la produzione offensiva. Quanto per la tensione alle stelle e la grinta sul parquet. Santarcangelo fa tanta fatica a segnare e quando vede Francesco Fusco, autore fino a quel momento di un’ottima partita soprattutto in presenza difensiva statuaria, uscire per 5 falli (discutibili eh, ma tant’è). I Dulca perdono di fisicità e Novellara riesce a catturare tanti rimbalzi offensivi che fanno scorrere inesorabile il tempo. Finisce 65-76 con la tripla di Astolfi da copertina da centrocampo allo scadere.

È vero è arrivata una sconfitta. Ma è arrivata contro un’autentica corazzata, armata fino ai denti per vincere questo campionato. All’uscita dal campo Capitan Alberto Saponi urla: “Dai ragazzi che ci rifacciamo al ritorno!” E questo deve essere lo spirito. Di una squadra che non molla mai, unita sempre nelle gioie e nei dolori, nella buona e nella cattiva sorte, finché maggio non ci separi. Anche se sappiamo che questi ragazzi anche oltre maggio saranno splendidi insieme.

Cristian Tartaglia
Ufficio Stampa Angels Santarcangelo

 

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454