newsrimini.it

Investimenti. Il 2018 anno di sottopasso Portofino, TRC e Astoria

l'ingresso dell'Astoria

Con la discussione della parte investimenti inizia il percorso verso l’approvazione del Bilancio di previsione 2018 – 2020 del Comune di Rimini. Questa mattina è stata illustrata ai consiglieri comunali nel corso della seduta congiunta della III e V Commissione consiliare permanente il Piano triennale dei lavori pubblici 2018 – 2020.

Agli interventi per la per la manutenzione del patrimonio stradale della città, con particolare attenzione a diverse aree fuori dal centro, nel solo 2018 sono dedicati tre milioni di euro, uno dei capitoli principali della programmazione del prossimo anno, che prevede opere pubbliche per un totale complessivo di circa 60 milioni (59.778.631 euro). Le risorse proprie dell’Amministrazione previste per il 2019 e per il 2020 da destinarsi alla manutenzione del patrimonio stradale saranno di circa 5 milioni di euro, a cui si aggiungeranno gli interventi finanziati da enti terzi, legate ad esempio alla realizzazione delle opere compensative dell’A14 e delle opere sostenute con gli Fsc.

Alle domande dei consiglieri sui diversi punti del piano degli investimenti hanno risposto i tecnici presenti in commissione, il Direttore dei Lavori Pubblici Daniele Fabbri e il Dirigente Ing. Chiara Fravisini.

L’arch. Fabbri ha confermato come la pista ciclabile di via Coriano fino a Villaggio San Martino (costo previsto 1 milione) vedrà i lavori partire nel 2018 e sarà anche dotata di idoneo impianto d’illuminazione. Sempre nel 2018, sono previsti i lavori per il completamento del sottopasso di via Portofino e della viabilità di raccordo (1.270.000 milioni). Per quanto riguarda gli interventi previsti per il potenziamento delle rete ciclabile cittadina, nonché gli interventi per la messa in sicurezza di attraversamenti sulla statale 16 (Fiabilandia, Rimini Nord, secondo stralcio rotatoria valentini) di cui è stata avanzata richiesta di finanziamento al Fondo di Sviluppo e Coesione.

Il progetto per l’area turistica di Rimini nord che proprio nei giorni scorsi ha avuto conferma del finanziamento del Governo per 18 milioni su una spesa complessiva prevista di 32, per favorire la rigenerazione urbana, lo sviluppo e l’accessibilità di un’area strategica della città da Torre Pedrera a Rivabella.

L’edilizia scolastica per il 2018 prevede investimenti per 2,7 milioni di euro e che comprende la realizzazione della nuova scuola elementare Montessori. “Già mercoledì prossimo – ha detto l’Ing. Chiara Fravisini dirigente del Settore Edilizia pubblica e Valorizzazione del Patrimonio del Comune di Rimini – sarà pubblicato sul Bur l’avviso relativo al procedimento unico per l’avvio dell’intervento complessivo con l’obiettivo di iniziare i lavori di ricostruzione completa della scuola a partire dalla prossima estate e realizzare una scuola primaria a due cicli completi a energia quasi zero, con tecnologie costruttive di ultima generazione.”

L’Ing. Fravisini ha anche reso noto ai consiglieri altri interventi che nel corso del prossimo anno saranno avviati il primo stralcio di lavori presso il cinema Astoria su cui già sono stati affidati lavori per 150.000 euro per la messa in sicurezza e l’adeguamento funzionale del foyer, mentre nel 2018 si interverrà in copertura e per rendere funzionale e utilizzabile la sala cinematografica più piccola.

Sempre in tema di edilizia culturale la dirigente dei Lavori pubblici ha poi illustrato il piano degli interventi previsti (adeguamenti funzionali e normativi,  accoglienza, percorsi informativi e comunicativi, allestimenti) per la valorizzazione dei Palazzi Podestà e Arengo con l’obiettivo di concretizzare in sinergia con la Fondazione San Patrignano un Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, percorso su cui stanno lavorando comunemente Fondazione e Comune di Rimini per inserire, in forma permanente, la raccolta d’arte moderna e contemporanea nel cuore della Rimini storica.
Si investirà anche sulla valorizzazione di Porta Galliana, con un primo intervento di 150.000 Euro per la messa in sicurezza e spostamento dei sottoservizi, finanziato entro l’anno 2017 e un successivo intervento inserito all’annualità 2018 che prevede il restauro della antica Porta e la valorizzazione dell’area circostrante.
L’intero Programma triennale 2018-2020 indica come strategiche opere pubbliche per quasi 146 milioni di euro (145,7), confermando come priorità gli interventi sull’edilizia scolastica (13.910.000 euro), sportiva (6.210.000), culturale (6.750.000), cimiteriale (6.321.400). Accanto a queste macro aree saranno le opere per la viabilità e parcheggi (79.893.269), tra cui le opere per l’integrazione urbana del TRC, il cui avvio è programmato nel 2018) e per la riqualificazione urbana (20.622.040) i settori in cui il Comune di Rimini sarà maggiormente impegnato.

“Un Piano di investimenti ambizioso – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Jamil Sadegholvaad nella presentazione – che traccia la rotta dello sviluppo della Città nei prossimi anni, teso a realizzare quell’idea progettuale che accanto agli interventi sui motori culturali e l’ambiente, dedica un’attenzione particolare alla riqualificazione di quegli ambiti legati alla quotidianità dei cittadini, come le strade e le scuole.”

Domani sarà la volta della parte corrente del Bilancio che dalle ore 8,45 sarà al centro dei lavori della V Commissione consiliare. La presentazione del  Bilancio di previsione 2018 – 2020, accompagnato dal documento unico di programmazione (Dup) 2018/2021, dal piano triennale dei lavori pubblici 2018/2020 e dall’elenco annuale dei lavori pubblici 2018 è già stata posta all’ordine del giorno della seduta del Consiglio comunale convocata per giovedì 14 dicembre.