newsrimini.it

Renzi (FdI): Parco del Mare. progetto “rendering” ormai accantonato, tre anni persi

Renzi in conferenza stampa

Il progetto del Parco del Mare così come lo conosciamo, da tempo propagandato con ampio rendering in piazza Cavour, è definitivamente accantonato. Lo afferma il consigliere di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi che mette insieme gli elementi di un quadro complesso: gli operatori privati che hanno presentato le manifestazioni di interesse ora devono procedere alle negoziazioni con l’Amministrazione, ma – spiega Renzi – sono indecisi sui costi per l’acquisto dei diritti di superficie e per le opere da realizzare a loro carico. Il tutto nell’attesa che lo studio Miralles – Tagliabue elabori le linee guida della riqualificazione per le quali ha ricevuto l’incarico dall’Amministrazione. Una situazione di stallo che – sottolinea il consigliere – vede di giorno in giorno sempre più improbabile che entro il 2019 siano completati i lavori, condizione necessaria perché i contributi europei assegnati a Rimini possano essere davvero incamerati.

Renzi è dal primo momento contrario al progetto dell’Amministrazione, in particolare per le dune di cemento ma anche per la vendita di un bene pubblico ai privati, e due anni fa aveva presentato anche un progetto alternativo. La sua lettura oggi è che ai finanziamenti europei (2,8 milioni a fronte di somme ben superiori in arrivo dai privati) si sia ormai rinunciato per ripartire con nuovi progetti e tempi più lunghi a disposizione. Per Renzi però “dopo aver perso tre anni dall’approvazione dello studio di fattibilità del parco del Mare, il 24 febbraio 2015, si riparte da zero, mantenendo le complicazioni iniziali”.

Nella seduta del Consiglio di questa sera Renzi presenterà un’interrogazione in merito al sindaco.