22 April 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Amarkord: successo per lo spettacolo di musica e poesia

ragazziVita AssociativaRimini

30 novembre 2017, 13:49

“D’amore, di guerra e di altre sciocchezze” è il titolo dello spettacolo andato in scena lo scorso venerdì, 24 novembre, al teatro degli Atti di Rimini. Testi poetici di Gianni Ravegnani e musiche inedite composte da “I Contrabbandieri di Muse”. Si è parlato così attraverso suoni e parole di muri e lettere d’amore, polvere e nasi da clown, guerra e speranza per celebrare 15 anni di storia e di storie. La serata è stata infatti dedicata a far conoscere alla città e a sostenere le attività della struttura di pronta accoglienza per minori “Amarkord” gestita dall’associazione Sergio Zavatta onlus e dalla coop. sociale Il Millepiedi in convenzione con l’Azienda Usl di Rimini, che nel 2018 festeggerà quindici anni di attività.

Dal 2003 ad oggi sono stati 1.116 i ragazzi accolti dalla struttura, di 50 diversi paesi. L’equipe è composta da 7 educatori, a cui si aggiungono due coordinatrici, per un impegno h24 e 7 giorni su 7. In sala tanti ragazzi che hanno trascorso anche solo un breve periodo della loro vita tra le mura di Amarkord, educatori che hanno collaborato in questi 15 anni al progetto, assistenti sociali, amici. Presente anche la vice sindaco del Comune di Rimini Gloria Lisi. Il ricavato della serata, pari a 900 euro, servirà a finanziare le future attività della struttura.

Alle pareti del Teatro degli Atti tante foto, testimonianza di progetti e iniziative promosse in questi anni. Si legge tra le parole dei ragazzi: Amarkord è “mia casa”, “grazie a tutti gli educatori”, “Sei nel tuo tempo”. Un segno di come anche poco tempo trascorso insieme possa lasciare una traccia indelebile se vissuto nel contesto di una relazione autentica di cura e reciprocità. Accanto a Gianni Ravegnani sul palco Marco Ditillo, Alice Miniutti, Flavio Lodovichetti, Mirko Maltoni. Protagonisti delle vicende narrate Elisewin e Pablo. Lui, in partenza per la Striscia di Gaza. Lei preoccupata di non vederlo più. La guerra che non impedisce all’amore di resistere e a un clown-dottore di portare semi di pace. E, sullo sfondo, gli avvolgenti suoni che richiamano a diversi generi musicali, in un intreccio tra musica e parole davvero unico e coinvolgente.

Silvia Sanchini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454