21 January 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Servizio logopedia: cercando le parole, si trovano i pensieri

bambiniserviziRimini

27 ottobre 2017, 15:07

Disturbi del linguaggio, disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa): negli ultimi anni è cresciuta l’attenzione intorno a questi temi, sia a scuola che in famiglia. Nascono così anche nuovi servizi, per rispondere alle esigenze di bambini e famiglie in maniera efficace. È il caso ad esempio del Servizio Logopedia e DSA promosso dalla coop. sociale Il Millepiedi di Rimini. Ce ne parla l’ideatrice: Federica Cani, psicologa e logopedista.

 

Come e quando è nato questo servizio?

Io sono laureata in psicologia e lavoravo da alcuni anni come responsabile di struttura in una comunità. Successivamente mi sono laureata anche in logopedia e ho pensato che sarebbe stato interessante aprire un servizio all’interno della cooperativa per cui lavoravo. La Millepiedi ha accolto la mia proposta e nel 2012 abbiamo finalmente inaugurato il “Servizio logopedia e DSA”. In questi anni non sono mai mancati pazienti, anzi, il servizio si è ampliato. I primi tempi abbiamo lavorato soprattutto sui disturbi del linguaggio per poi cominciare ad occuparci anche di disturbi dell’apprendimento, arricchendoci di nuove figure professionali. Oltre a me, che svolgo il ruolo di responsabile, lavorano per il servizio Martina Fabbri (logopedista), Silvia Baldazzi (psicologa), Daniela Ramagli (educatrice). Una delle novità di quest’anno è stata l’apertura del doposcuola “Mille…e una strategia” rivolto a bambini e ragazzi Dsa e Bes. Il doposcuola si trova presso la scuola D.G. Marconi di San Vito, e ci lavorano la nostra psicologa e la nostra educatrice, formata come tutor dell’apprendimento.

 

Com’è cambiato rispetto al passato l’approccio a queste problematiche?

A differenza del passato esistono trattamenti molto più efficaci. Anche i genitori sono più attenti, conoscono meglio l’offerta e cercano le risposte più adeguate ai loro bisogni. A noi si rivolgono famiglie con bambini dai 3 anni in su, con o senza diagnosi. Spesso le famiglie ci chiamano anche solo se hanno dei dubbi, non necessariamente perché ricevono una segnalazione da parte degli insegnanti.

 

Cosa si intende nello specifico per disturbi del linguaggio e disturbi dell’apprendimento?

Esistono diversi disturbi del linguaggio: può esserci un semplice ritardo nello sviluppo, disprassia (difficoltà di coordinamento), mancanza di fonologia stabile oppure difficoltà nella morfo-sintassi. Spesso questi livelli si sovrappongo fra loro. Non c’è solo un tipo di disturbo del linguaggio, ma possono esserci varie sfaccettature e livelli di gravità differenti. Non vanno inoltre confuse comprensione e produzione: spesso infatti i bambini pur non riuscendo ad esprimersi capiscono tutto quello che viene loro detto. Nel servizio trattiamo anche bimbi con altre diagnosi: spettro autistico, ritardo cognitivo o altre diagnosi associate, lavorando solo sulla parte del linguaggio. I disturbi dell’apprendimento sono invece una problematica distinta dai disturbi del linguaggio ed emergono nel periodo scolastico, la diagnosi non può essere fatta prima della fine della seconda elementare. Possono manifestarsi con difficoltà nella lettura, scrittura o nel calcolo. Sono disturbi di origine neurobiologica e non sono imputabili a deficit cognitivi, sensoriali, psicologici o ambientali.

 

Quanto è importante intervenire in maniera tempestiva?

Fondamentale. Per quanto riguarda il linguaggio l’ingresso nella scuola materna (a 3 anni) è un momento cruciale per il bambino: si confronta per la prima volta in maniera vera e propria con i coetanei. A questa età lo sviluppo del linguaggio è quasi completo, se ci sono difficoltà è bene monitorarle da subito e intervenire sia con una presa in carico dei genitori attraverso un servizio di counseling, sia con un trattamento specifico per i bambini e introducendo un nuovo stile comunicativo in famiglia. A volte basta davvero poco, a quest’età i bambini fanno miglioramenti incredibili anche in poco tempo, ci sono bambini che ci sorprendono per la loro velocità di risposta ai trattamenti. Anche nel caso dei disturbi dell’apprendimento è fondamentale intervenire sin da prima di una diagnosi, se vengono colte delle difficoltà. Già dalla fine della prima elementare, infatti, la logopedista può fare un lavoro di potenziamento meta-fonologico (sillabazione, suoni, dettati di parole/non parole, allenamenti percettivi…) finalizzato ai primi apprendimenti. È un lavoro che può essere svolto con molta efficacia nei primi due anni scolastici ed è quindi importantissimo sostenere i bambini tempestivamente, anche prima della diagnosi vera e propria.

 

Il vostro servizio come si attiva?

Tutti i nostri interventi si sviluppano attraverso il gioco, che è fondamentale per coinvolgere i bimbi. Naturalmente i giochi per la logopedista hanno un obiettivo, ma il bambino percepisce solo l’aspetto del divertimento e quindi viene volentieri agli incontri. Inoltre apprezza il rapporto uno a uno, avere l’attenzione tutta per sé e un adulto che gioca con lui. È importante che quello che facciamo durante il trattamento possa essere ripetuto anche a casa: alla fine di ogni incontro si riferisce al genitore su cosa si è lavorato e su cosa lavorare a casa sempre attraverso il gioco. Qualche piccola indicazione può essere data anche alle insegnanti a scuola. Due sono gli aspetti importanti da sottolineare: mai la difficoltà del linguaggio è attribuibile alla famiglia, è di tipo organico e adeguatamente trattata e se non ci sono criticità di altro tipo si può risolvere. Inoltre per noi l’aspetto più importante è che non venga minata l’autostima del bambino, per questo prima si interviene meglio è per lui, in modo che non rischi di sentirsi inadeguato per troppo tempo. Per i DSA dopo una fase di valutazione e diagnosi, si interviene con un percorso di potenziamento sia delle abilità scolastiche che dello stile di apprendimento. Si può poi valutare l’inserimento nel doposcuola o altri interventi individualizzati.

 

Info:

Per conoscere meglio il servizio è possibile consultare il sito https://www.ilmillepiedi.it/logopediadsa/

Le professioniste ricevono su appuntamento dal lunedì al venerdì, sia a Rimini che a San Vito. Sono inoltre disponibili per un primo incontro informativo gratuito per i genitori nelle scuole. Per informazioni e contatti: 347 7021357.

 

Altre in servizi:

 

Silvia Sanchini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454