newsrimini.it

Ciclabili, a Rimini +26,5% in sette anni. Mobilità sostenibile, i prossimi passi

un rendering della velostazione

Tra il 2008 e il 2015 a Rimini c’è stata una crescita del 26,5% di piste ciclabili, un ampliamento del 4,6% di aree pedonali e un aumento delle zone Ztl di circa il 9,5%. Lo sottolinea l’Amministrazione Comunale citando l’analisi del centro ricerche Continental Italia, che ha preso in esame, rielaborandoli, i dati Istat con riferimento gli anni dal 2008 al 2015. Negli ultimi otto anni in tutta la Regione si è registrato un aumento nella realizzazione di nuove infrastrutture ciclabili (da 839 a 1.246 chilometri considerando i soli Comuni capoluogo) e con l’allargamento delle aree esclusivamente dedicate ai pedoni (da 54.296 a 60.698 ettari). A Rimini la rete ciclabile ora si snoda lungo 103 chilometri (nel 2011 era a 78) “e sarà ulteriormente potenziata – sottolinea l’assessore alla mobilità Roberta Frisonicon il completamento di interventi già in programma che mirano in particolare a collegare il centro con le zone più periferiche”.

L’obiettivo è arrivare nell’arco dei prossimi dieci anni al 50% di spostamenti siano effettuati con mezzi di trasporto alternativi all’auto. “Tra le azioni in programma, in linea con quanto sottoscritto dal Pair 2020 (piano aria integrato regionale), c’è anche quello di continuare ad implementare le aree pedonali, che dovranno coprire un’estensione pari almeno al 20% del centro storico”.

Altro intervento citato dall’assessore, il progetto della nuova Velostazione, realizzata nei pressi della Stazione ferroviaria cittadina e della fermata del Trasporto Rapido Costiero-TRC, “che sarà più di un semplice deposito custodito di biciclette: un luogo degradato che sarà riconsegnato alla città, diventando punto d’incontro e socializzazione capace di favorire la mobilità ciclabile in un’area strategica della città”.