25 November 2017

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Sette e borderline, il bilancio del GRIS. La Diocesi sul caso Bacciolino

Provincia

30 settembre 2008, 19:54

in foto: Sette e realtà border line. Fenomeni insidiosi anche perché la loro identità spesso cerca di nascondersi dietro apparenze presentabili.

Se ne è parlato in occasione del bilancio del primo anno del Centro di ascolto del Gris di Rimini, il centro diocesano di ricerca socio-religiosa.
Intanto anche la Diocesi di Rimini interviene su un controverso movimento religioso nato nel cesenate.

Sono 16 le segnalazioni verificate, tra quelle arrivate nel primo anno al Centro d’Ascolto SOS Sette del Gris di Rimini. Realtà e situazioni di diverso tipo, dalle conseguenze però a volte pesanti per chi ci si trova dentro. Quattro persone hanno chiesto supporto psicologico, due legale. Due le inchieste in corso, una legata a una setta satanica e una a una persona che si spacciava per sacerdote, accusato di abusi su minori. Il GRIS diocesano, che ha di recente ricevuto l’incari della formazione a livello nazionale, continua a vigilare sui diversi fronti a cui una realtà aperta e dinamica come Rimini è esposta.
“Sostanzialmente noi abbiamo tre emergenze in questo momento sul territorio – spiega Adolfo Morganti, responsabile del GRIS diocesano – La prima é la scuola, dove é facilissimo che gruppi settari si infiltrino, sotto spoglie neanche tanto velate, sto pensando ad esempio agli steineriani. Un caso c’é stato di recente a San Marino. Il secondo é quello di alcuni gruppi cattolici che perdono la bussola e cominciano a pensare di essere in grado di produrre rivelazioni private e danno vita a strutture sempre più centripete, sempre più chiuse, sempre più settarie, intorno alle quali bisogna mettere in guardia. E infine quelle che vengono definite le “sette liquide”, il vecchio new age che ormai non usa neanche più questo nome, non usa più neanche delle denominazioni e cerca di infiltrarsi dovunque si parli di benessere, di cura della persona, di alimentazione biologico-naturale per continuare il solito gioco dei corsi a pagamento”.
Di 8 depliant raccolti in negozio di alimentazione naturale riminese, solo uno parlava di alimentazione. Gli altri, di proposte varie tra cui l’arrivo, a ottobre, di due sciamani. Spesso, il riferimento è solo un nome e un cellulare.
Tra i movimenti pseudocattolici, invece, in questi giorni è tornato sulla ribalta il “Movimento eucaristico mariano”, noto come Gruppo di Bacciolino, dal nome della Parrocchia cesenate dove è nato nel ’99 per opera di don Francesco Castellani. La Diocesi di Rimini, dove il gruppo ha coinvolto alcune persone, in un documento ricorda che il Movimento, le sue pubblicazioni e le sue attività non hanno nessuna approvazione dalla Diocesi di Cesena né dalla Santa Sede. E avverte della tendenza del gruppo a isolarsi dal resto della Chiesa e condannare quanto è esterno. Tanto che i bambini vengono allontanati dai nonni che non aderiscono.

Le linee del Centro d’Ascolto del GRIS:
331/4752968 dalle 10 alle 13
333/6676618 dalle 13 alle 15
333/6678395 dalle 21 alle 23

www.grisrimini.org

(Maurizio Ceccarini, Newsrimini)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454