21 May 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Una crisi cardiocircolatoria ha stroncato il cucciolo di delfino

Riccione

19 giugno 2007, 09:06

in foto: E' morto Mosé, il cucciolo di delfino nato il 9 giugno da mamma Blue nella laguna del parco Oltremare di Riccione. Il piccolo non è riuscito ad arrivare alle prime due settimane di vita, periodo considerato dai ricercatori come maggiormente a rischio.

In ambiente controllato – spiegano gli esperti del Delfinario – i parti hanno circa il 40% di esito infausto, percentuale che aumenta nel caso di femmine primipare; in natura più del 90% dei cuccioli nati da delfini al primo parto muoiono entro il primo anno di vita. Il ritmo respiratorio di Mosé nelle ultime 48 ore aveva destato preoccupazione ai biologi e veterinari del Parco, e ieri pomeriggio una crisi cardiocircolatoria lo ha stroncato. Nei prossimi giorni il cucciolo sarà sottoposto all’esame autoptico, che dovrebbe rivelare le cause primarie della morte. La nascita di Mosé, cucciolo di circa 10-12 chili e un metro di lunghezza, aveva fatto parte di un progetto di riproduzione in ambiente controllato che ha attivato il Delfinario di Rimini, dove è nata Blue nel ’97, e il parco riccionese. Veterinari, biologi e addestratori avevano seguito l’intera gravidanza, durata circa un anno, della giovane e inesperta mamma (primipara) e ognuno aveva messo a disposizione la propria esperienza. Subito dopo il parto, Ble e Mosé avevano cominciato a nuotare nella laguna dei delfini, tenuti sotto costante controllo. (ANSA)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454