23 May 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Raggiunto l’accordo per la piadina: ci saranno due marchi IGP

Provincia

2 febbraio 2005, 13:00

in foto: La discussione sul marchio di indicazione geografica protetta per la piadina romagnola è arrivata al suo epilogo, almeno per quanto riguarda l'iter a livello nazionale, che precede quello europeo. A risolvere il dibattito, una questione di centimetri.

Da 23 a 30 centimetri di diametro per uno spessore da 1 a 3 millimetri da una parte. Diametro dai 15 ai 20 centimetri e spessore da 4 a 10 millimetri dall’altra. Sono le misure particolari di due miss, che ora avranno il compito di sedurre l’Unione Europea. Dopo lungo dibattito, infatti, al Ministero delle Politiche Agricole si è arrivati alla soluzione di riconoscere due IPG per la piadina, con la benedizione del Ministro Alemanno. Il formato più largo e sottile è quello della “piadina romagnola riminese”, quello più spesso della “piadina Terre di Romagna”.
Le due denominazioni protette potranno essere prodotte in tutto il territorio delle province di Rimini, Ravenna, Forlì-Cesena e nei comuni della provincia di Bologna a sud del fiume Sillaro.
I due IPG sono un compromesso tra le due campagne promosse dalla CNA, che voleva un unico marchio, e la Confartigianato, che voleva invece un marchio separato per la specialità riminese.
Ora lo scoglio da superare è l’esame dell’Unione Europea. Ma a quelli di Bruxelles, dover assaggiare due piadine invece che una farà senz’altro piacere.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454