22 February 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Doppio appuntamento venerdì con ‘Mirando Babele’

Rimini

9 aprile 2002, 15:10

in foto: Prosegue il progetto speciale Mirando Babele. Ragionamenti sul disagio psichico. Venerdì alle 21 al Teatro degli Atti di Rimini la Compagnie de l'Oiseau - Mouche presenta "Personnages" di J. Stanzak e A. Viganò per la regia di Antonio Viganò con:

Martial Bourlard, Aurélie Bressy,
Anita Delépine, Thierry Dupont, Frédéric Foulon, Valérie Szmigielski e
Valérie Vincent. Le coreografie sono di Julie Anne Stanzak.
La scheda dello spettacolo:
Il Teatro la Ribalta incontra per la seconda volta la Compagnie de
l’Oiseau-Mouche. Questo secondo incontro avviene intorno ad un testo
teatrale, i “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello. L’interesse
per il testo pirandelliano nasce dal dramma dei sei personaggi che domandano
al teatro il diritto di esistere.
L’uso della maschera, il continuo
conflitto con il doppio della nostra personalità, la sua vicinanza alla
follia, la continua riflessione sull’individuo e le sue molteplici forme e
facce è il gioco del teatro pirandelliano che si rivela fertile per gli
attori dell’Oiseau-Mouche ed apre loro la possibilità di giocare su chi
siamo, sulla lucidità e sulla follia, sul dentro e fuori di ognuno di loro e
di noi.
Con la Compagnia, durante lo svolgersi del lavoro, è nato e
cresciuto un processo di costruzione dello spettacolo, un modo di lavorare
che è innanzitutto un luogo di scambio reciproco di emozioni e visioni, cioè
di esperienze.
Sono autori-attori. É un vero teatro d’autore.
La compagnia de l’Oiseau-Mouche è una compagnia teatrale unica in Europa; i
suoi componenti, attori professionisti, sono ragazzi e ragazze con handicap
mentale.
La compagnia è nata nel 1981 e stabilitasi a Roubaix lavora con
differenti registi e coreografi e fino ad oggi ha prodotto più di tredici
spettacoli che sono stati portati in tournée in tutta Europa e negli Stati
Uniti. Gli attori ricevono una formazione completa (danza, arti plastiche,
voce, musica e video) che poi utilizzano negli spettacoli.
Al teatro portano
la profondità del loro mistero, il loro silenzio a volte, una presenza
teatrale intensa, dei gesti insoliti ed una stranezza propriamente poetica.
Per gli Oiseau-Mouche il teatro non è una questione di terapia, ma una
scelta radicale di teatro professionale in cui la qualità dell’agire,
dell’essere in scena, viene al primo posto e senza scuse o concessioni.
Gli
attori della compagnia, nel loro handicap e nella loro volontà di superarlo,
sono una testimonianza di lotta contro tutte le esclusioni. Sono diversi, ma
solamente loro sono in grado di modificare il nostro sguardo. Liberano la
nostra visione perché, più di altri, ci invitano a viaggiare oltre le
apparenze.
Prima dello spettacolo verrà presentata da Vittoria Dominici l’attività
dell’Associazione di Utenti “Insieme è meglio”.
Sempre venerdì il Teatro Petrella di Longiano, ospita, alle
ore 21, Psicodramma pubblico sul tema “La passione”: conduce lo
psicoterapeuta Andrea Cocchi. Lo spettacolo sarà preceduto dalla
presentazione dell’attività della cooperativa La Locomotiva.
Lo psicodramma, inventato da Jacob Levy Moreno, è il teatro della
quotidianità dei sentimenti e delle emozioni della gente comune. Un teatro
interattivo che si costruisce sulle idee, le emozioni, i problemi, i sogni,
i progetti e i desideri di coloro che sono tradizionalmente chiamati
spettatori; è un teatro interattivo per giocare e – se si vuole- per
mettersi in gioco; è una tecnica di conoscenza che si avvale del teatro come
strumento per apprendere rispetto al proprio mondo interno e al proprio
mondo sociale e come strumento per alleviare i disagi psicologici e
relazionali.
É un’occasione per far esperienza diretta dei propri fermenti
interiori, dei propri desideri, delle proprie ambivalenze; è un’occasione
per far accadere in modo virtuale -attraverso l’azione scenica – quello che
nella realtà non è mai o non è ancora successo e che avremmo tanto
desiderato che succedesse per viverne l’esperienza.
Per informazioni e prenotazioni: Assessorato alla Cultura – Ufficio Teatro
Comune di Rimini 0541.51351 – 0541.24227
teatronovelli@comune.rimini.it

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454