17 February 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Accessi in zona sud: il Comune precisa sui ritardi

RiminiViabilità

10 aprile 2002, 19:40

in foto: L’Amministrazione Comunale, in merito allo stato di avanzamento degli interventi per la riqualificazione degli accessi a mare nell’area Rimini Sud, esprime alcuni chiarimenti con una nota, che pubblichiamo:

la programmazione adottata prevede che la prima fase della realizzazione dei lavori si concluda entro il 31 maggio 2002 per riprendere l’1 settembre 2002 e quindi proseguire sino a primavera 2003. Una metodologia messa in atto – precisa il COmune – affinché lo svolgimento degli interventi avesse una limitata interferenza sulle attività legate al turismo balneare;

l’impresa appaltatrice ha avviato i lavori in lieve ritardo e questo ha comportato da parte dell’Amministrazione Comunale la richiesta di un cronoprogramma che stabilisse in questa tranche iniziale la riqualificazione di sette accessi. E’ stato perciò emanato un ordine di servizio che impone all’impresa di ultimare entro il mese di aprile gli interventi sugli accessi a mare di via Perugini, via Rapallo, via Delle Colonie e via Brindisi;
lo stato di avanzamento di tali lavori sarà elemento indispensabile di valutazione per l’eventuale prosecuzione della prima fase degli interventi entro il 31 maggio 2002, data di ultimazione programmata;
l’Amministrazione Comunale prende atto della richiesta di non procedere alla realizzazione dell’intervento sull’accesso a mare di via Lecce e si riserva di valutare l’opportunità di procedere o meno nei lavori di riqualificazione di ulteriori accessi sino al 31 maggio, fermo restando il rispetto degli impegni contrattuali assunti.

L’Assessore ai Lavori Pubblici, Tiziano Arlotti: “Voglio innanzitutto sottolineare ancora una volta come il processo di riqualificazione urbana messo in atto dall’Amministrazione Comunale- processo che avrà ulteriore impulso nei prossimi mesi con l’apertura di numerosi cantieri – non trovi precedenti nella storia più o meno recente della città sia per numero e qualità di interventi che per quantità di risorse specificatamente destinate.

La strategia organizzativa adottata si basa sul coinvolgimento di tutti i soggetti gestori dei sottoservizi in modo da evitare inutili sovrapposizioni e mettere invece subito in atto interventi che una volta realizzati si rivelino ‘globali’ e quindi duraturi nel tempo.

Nel delineare la programmazione, l’Amministrazione Comunale ha tenuto nel dovuto conto le potenziali interferenze che questi lavori possono avere sulle attività economiche, sulla mobilità e in definitiva su cittadini e turisti; interventi che, fermo restando il principio di ricerca di quell’equilibrio che consenta di limitare al massimo i disagi nella fase realizzativa, porteranno benefici effetti in generale a tutta la città e in particolare alle zone d’intervento, comprese le attività economiche che gravitano su di esse.”

La programmazione adottata prevede che la prima fase della realizzazione dei lavori si concluda entro il 31 maggio 2002 per riprendere l’1 settembre 2002 e quindi proseguire sino a primavera 2003. Una metodologia messa in atto affinché lo svolgimento degli interventi avesse una limitata interferenza sulle attività legate al turismo balneare;

l’impresa appaltatrice ha avviato i lavori in lieve ritardo e questo ha comportato da parte dell’Amministrazione Comunale la richiesta di un cronoprogramma che stabilisse in questa tranche iniziale la riqualificazione di sette accessi. E’ stato pertanto emanato un ordine di servizio che impone all’impresa di ultimare entro il mese di aprile gli interventi sugli accessi a mare di via Perugini, via Rapallo, via Delle Colonie e via Brindisi;
lo stato di avanzamento di tali lavori sarà elemento indispensabile di valutazione per l’eventuale prosecuzione della prima fase degli interventi entro il 31 maggio 2002, data di ultimazione programmata;
l’Amministrazione Comunale prende atto della richiesta di non procedere alla realizzazione dell’intervento sull’accesso a mare di via Lecce e si riserva di valutare l’opportunità di procedere o meno nei lavori di riqualificazione di ulteriori accessi sino al 31 maggio, fermo restando il rispetto degli impegni contrattuali assunti.

Dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici, Tiziano Arlotti: “Voglio innanzitutto sottolineare ancora una volta come il processo di riqualificazione urbana messo in atto dall’Amministrazione Comunale- processo che avrà ulteriore impulso nei prossimi mesi con l’apertura di numerosi cantieri- non trovi precedenti nella storia più o meno recente della città sia per numero e qualità di interventi che per quantità di risorse specificatamente destinate.

La strategia organizzativa adottata si basa sul coinvolgimento di tutti i soggetti gestori dei sottoservizi in modo da evitare inutili sovrapposizioni e mettere invece subito in atto interventi che una volta realizzati si rivelino ‘globali’ e quindi duraturi nel tempo.

Nel delineare la programmazione, l’Amministrazione Comunale ha tenuto nel dovuto conto le potenziali interferenze che questi lavori possono avere sulle attività economiche, sulla mobilità e in definitiva su cittadini e turisti; interventi che, fermo restando il principio di ricerca di quell’equilibrio che consenta di limitare al massimo i disagi nella fase realizzativa, porteranno benefici effetti in generale a tutta la città e in particolare alle zone d’intervento, comprese le attività economiche che gravitano su di esse.”

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454