18 February 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

GUERRA/PACE – Caritas – Preghiera ed aiuto concreto.

Nazionale

8 ottobre 2001, 18:37

in foto: La Caritas Italiana prepara la missione in Iran per sostenere i profughi
ROMA – "Stiamo intanto intensificando gli interventi in favore dei profughi e di tutte le vittime di questo conflitto e, come Caritas Italiana, siamo particolarmente impegnati nell'organizzazione di una missione in Iran per predisporre anche lì, d'intesa con il Governo e con la Chiesa locale, il sostegno ai profughi".
In Pakistan, fa sapere l’organizzazione, è presente una delegazione internazionale della Caritas; gli aiuti si sono concentrati sui campi di Shamshatoo (60.000/70.000 persone), Akora Khatak (25.000 persone) e Jalozai (60.000 persone). Qui oltre a cibo, acqua e assistenza sanitaria, la Caritas ha fornito 1700 alloggi temporanei con latrine e servizi igienici per le famiglie più vulnerabili (vedove con bambini, disabili, anziani) e sta ora allestendo nuovi campi di accoglienza. La Caritas può sostenere circa 55.000 famiglie, oltre 330.000 persone, con set da cucina, contenitori di plastica e di alluminio, 10.000 tende. I sei nuovi campi a Nord Ovest del Pakistan sono in grado di ospitare 60.000 persone. “Seguiamo con apprensione sin dall'inizio di questa crisi l'evolversi della situazione e ci auguriamo che si ponga fine al più presto a questa spirale di violenza, le cui conseguenze più drammatiche ricadono come sempre sugli innocenti e sui più vulnerabili”.
E’ possibile sostenere gli interventi della Caritas Italiana (causale "Profughi e vittime nuova guerra”) tramite: conto corrente postale n.347013; c/c bancario n.11113 (ABI 5018 - CAB 12100 - Banca Popolare Etica, Piazzetta Forzaté 2, PADOVA); c/c bancario n.100807/07 (ABI 03069 - CAB 05032 - Intesa Bci - p.le Gregorio VII, ROMA); Cartasì (Visa, Mastercard) telefonando allo 06541921 in orario d'ufficio.

La Caritas Italiana prepara la missione in Iran per sostenere i profughi
ROMA – “Stiamo intanto intensificando gli interventi in favore dei profughi e di tutte le vittime di questo conflitto e, come Caritas Italiana, siamo particolarmente impegnati nell’organizzazione di una missione in Iran per predisporre anche lì, d’intesa con il Governo e con la Chiesa locale, il sostegno ai profughi”.
In Pakistan, fa sapere l’organizzazione, è presente una delegazione internazionale della Caritas; gli aiuti si sono concentrati sui campi di Shamshatoo (60.000/70.000 persone), Akora Khatak (25.000 persone) e Jalozai (60.000 persone). Qui oltre a cibo, acqua e assistenza sanitaria, la Caritas ha fornito 1700 alloggi temporanei con latrine e servizi igienici per le famiglie più vulnerabili (vedove con bambini, disabili, anziani) e sta ora allestendo nuovi campi di accoglienza. La Caritas può sostenere circa 55.000 famiglie, oltre 330.000 persone, con set da cucina, contenitori di plastica e di alluminio, 10.000 tende. I sei nuovi campi a Nord Ovest del Pakistan sono in grado di ospitare 60.000 persone.
“Seguiamo con apprensione sin dall’inizio di questa crisi l’evolversi della situazione e ci auguriamo che si ponga fine al più presto a questa spirale di violenza, le cui conseguenze più drammatiche ricadono come sempre sugli innocenti e sui più vulnerabili”.
E’ possibile sostenere gli interventi della Caritas Italiana (causale “Profughi e vittime nuova guerra”) tramite: conto corrente postale n.347013; c/c bancario n.11113 (ABI 5018 – CAB 12100 – Banca Popolare Etica, Piazzetta Forzaté 2, PADOVA); c/c bancario n.100807/07 (ABI 03069 – CAB 05032 – Intesa Bci – p.le Gregorio VII, ROMA); Cartasì (Visa, Mastercard) telefonando allo 06541921 in orario d’ufficio.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454